Web Marketing - 22/04/2008 - Sergio

Abbiamo visite #1

Fedele alla nostra missione voglio parlare di ciò che una volta era la semplice “analisi delle statistiche”, ma che oggi con il nome di Web Analytic è diventata una delle attività più delicate, strategiche e proficue per chi ha un sito internet.

Tanto per capirci, senza un’attenta analisi dei risultati non si può nemmeno parlare di web marketing.

Quello che non si misura non si può migliorare.

E’ con questa stessa frase che introduco l’argomento analisi e misurazioni sul sito di ET.
Mi è sempre sembrata una frase semplice da comprendere… come puoi pretendere di migliorare qualcosa se non la conosci?

Il web è uno dei mezzi più misurabili tra quelli che si possono considerare per un buon media mix.
Che si tratti di un sito internet, di una campagna di posizionamento sui motori di ricerca o di email marketing, la realtà è semplicemente che la possibilità di misurare l’efficacia di ogni azione compiuta è direttamente proporzionale alla volontà che abbiamo di farlo.

Uno dei lavori più delicati è la definizione delle metriche, ossia “cosa misurare”.
Oltre alle classiche “visite”, “visitatori”, “contatti”, “keyword” e via dicendo, ogni progetto presenta caratteristiche proprie su cui esprimere nuove KPI (Key Performance Indicator, metriche ottenute attraverso un approccio più tecnico).

Le metriche classiche unite alle KPI più specifiche, opportunamente misurate, consentono la misura dei progressi che una azienda fa verso gli obiettivi prefissati.
In questo modo è possibile verificare ogni azione, valorizzando quelle che portano nella direzione giusta e correggendo le altre.

Che dire di più?
Misurare, misurare, misurare.
In un prossimo articolo approfondirò l’argomento metriche.

Lascia un commento