Web Marketing - 23/11/2016 - gigi

Affrontare La Seo oggi: sai scegliere a chi affidarti?

Un po’ di storia della Seo

Parlare della Seo oggi è molto delicato perché da un lato si rischia di essere troppo tecnici e poco comprensibili, dall’altro si rischia di dire banalità e, anche peggio, sciocchezze.
C’è un bel post che raccoglie tutte le definizioni di Seo e che trovate qui e fra queste c’è anche la mia. Divertitevi a leggere e ne saprete un po’ di più, conoscendo l’opinione di personaggi che hanno fatto la storia (seppur breve) della Seo.
Lo sapete che Google nasce nel 1998 ed io di quel periodo ho soprattutto ricordi legati ad altri motori di ricerca, ad Altavista che era il più conosciuto insieme a Yahoo, non proprio un motore di ricerca ma una directory allora molto apprezzata.
Con cinquatamila lire (non credo di sbagliare) si poteva acquistare l’inserimento nella directory di Virgilio e scegliere un numero di parole chiave, penso fossero 10. Virgilio era il Yahoo italiano e non era malaccio.
Fare Seo ai tempi era più facile ma in fondo quella non era vera abilità, era soprattutto tempismo e qualche nozione tecnica in più rispetto ad una diffusa ignoranza e scarsa lungimiranza da parte di molte aziende.
Ricordo col sorriso anche Inktomi, con l’inserimento garantito a pagamento nel suo network di motori… vabbè operazione nostalgia finita.

E oggi?

Oggi è tutta un’altra storia e, in quasi vent’anni, lo scenario è mutato radicalmente e il settore è maturato. Questa maturazione si è estesa anche al cliente che adesso sa quello che vuole (essere sempre primo per questa keyword 😃 😃 ) e chiede ai professionisti di raggiungere il prima possibile degli obiettivi precisi.
Il compito del professionista, del seo (?) è diventato sempre più complicato ma anche molto stimolante.
Credo che il vero professionista, oltre ad essere molto preparato in una materia che è diventata multidisciplinare (dal marketing fino alla sistemistica il seo ci mette sempre il becco) deve essere in grado di individuare i limiti suoi e i limiti del cliente per tracciare un percorso realistico verso un obiettivo realistico.
Francamente non so se è giusto dividere una Seo Tecnica dalla Seo meno Tecnica però di fatto è un po’ così.
Ci sono Seo che conoscono bene quella che è la Seo Onsite e quindi hanno una solida conoscenza di HTML, CSS, Javascript ma anche di Analisi dei Log e di Analisi delle Prestazioni del sito (sia lato server sia lato client).
Ci sono Seo che conoscono meglio le strategie di comunicazione e hanno della migliori attitudini nello sviluppare progetti di Content Marketing termine che ormai pronuncia anche mia mamma, che però si scoccia quando dico brand e non marchio.

Come scegliere la giusta agenzia seo oggi?

Innanzitutto la scelta dovrebbe essere reciproca perché anche l’agenzia / consulente dovrebbe avere la forza di capire se il progetto è conforme alle sue caratteristiche e capacità.
Lo scenario è talmente diverso a seconda dei settori che chi opera in ambito turistico, ad esempio, nella maggior parte dei casi ha bisogno di professionisti specializzati principalmente in quell’ambito.
Stessa cosa credo si possa affermare per la vendita online dove la seo per ecommerce è diventata una sfida per molte agenzie, sfida sia lato tecnico (ottimizzazione di grandi cataloghi di prodotti, spesso multilingua) sia lato comunicativo (cosa mi invento per emergere in questa selva di competitor, dove spesso Amazon ha una fetta considerevole di mercato??).

Ecco quindi che noi agenzie Seo diventiamo consulenti ad ampio raggio, studiamo il settore del cliente, costruiamo un piccolo business plan col cliente e magari lo dissuadiamo dal perseguire il suo obiettivo iniziale e studiamo con lui una strategia più realistica e perseguibile.

Lascia un commento