Sabato 19 Novembre siamo stati alla tredicesima edizione dello IAD – Italian Agile day che come recita il sito è:

“la conferenza gratuita dedicata ai metodi Agili per lo sviluppo e la gestione dei progetti software. I metodi Agili sono quelli che aderiscono al Manifesto Agile, pubblicato nel 2001; fra i più diffusi citiamo Extreme Programming, Scrum e Lean Software Development. La conferenza si rivolge agli sviluppatori software, project leader, IT managers, tester, architetti e coach che hanno esperienze da condividere o che iniziano solo ora ad interessarsi a questi temi. Sarà una grande opportunità per scambiarsi idee e condividere esperienze. Il focus della giornata è la conoscenza pratica, le esperienze sul campo e un attivo coinvolgimento di tutti i partecipanti. L’evento è organizzato dall’Italian Agile Movement.”

Impact Mapping with Innovation Games – Gojko Adzic
Ottimo keynote tenuto da Gojko su questa affascinante metodologia che promette di migliorare il modo in cui si sviluppano prodotti (prevalhttp://evoluzionetelematica.it/wp-admin/post-new.phpentemente software) tramite una pianificazione strategica volta ad evitare che le aziende perdano tempo in discussioni inutili e che aiuti le stesse a gestire al meglio le roadmap definite per accogliere al meglio l’inevitabile cambiamento.

Il buon Gojko ha paragonato l’impact mapping al navigatore che oltre a predirre più strade possibili gestisce anche eventuali variazioni dal percorso predefinito. Vi rimando al sito per maggiori dettagli https://www.impactmapping.org/.

Integrazione di servizi eterogenei tramite code ( i microservizi sono sempre esistiti) – Bologna XPug
Durante la giornata agile mi sono concesso un workshop molto interessante tenuto dall’Extreme Programming User Group di Bologna, nelle figure di Gianluca Padovani, Gabriele Santomaggio e Paolo Laurenti, che ci hanno illustrato come tramite una coda (nel caso specifico RabbitMQ) sia “facile” permettere a sistemi diversi, scritti in linguaggi diversi, di comunicare ed interoperare tramite un protocollo condiviso AMQP. Qui trovate il repository con il codice https://github.com/ggp/backend_one

Metriche per finanziare il cambiamento – Marco Trincardi
Interessantissimo talk sulle metriche da utilizzare per stimolare il cambiamento in azienda. Automatizzare in modo da poter rilasciare frequentemente, se non continuamente, è un valore aggiunto per il cliente. Ma questa attività non è gratis anzi richiede tempo e soldi e molto spesso non viene vista di buon occhio, “ok, ma quanto costa questa cosa?”. Marco fa un parallelismo tra costi di magazzino fisico e “magazzino software” cercando di dare una formula per calcolare quanto costa non scegliere la via del cambiamento. Il video è sicuramente più esplicativo.

DevOps: buzzword o opportunità? – Michele Finelli
Talk spassoso, tipico di Finelli, che ripercorre la storia del movimento DevOps e di come quest’ultimo sia una vera opportunità per le aziende. Non esistendo un manifesto analogo a quello agile che ne listi principi e pratiche Michele ci ha illustrato quelli che possono essere considerati i capisaldi del movimento. Qui trovate le slide per approfondire meglio la questione.

Anche quest’anno l’Agile Day ha regalato diversi spunti di riflessione (qui trovate tutti i video) sia nel campo delle metodologie sia in quello delle pratiche che ne conseguono, è sicuramente una conferenza che consiglio, io sicuramente ci sarò anche alla prossima edizione che è già in cantiere.

Altri articoli