Comparison Shopping Services Google Partners

By Mara

Un vantaggio del 20% per i tuoi annunci Google Shopping?
Ecco come puoi ottenerlo.

La concorrenza sul motore di ricerca è sempre più forte. Far “emergere” i propri prodotti negli annunci Shopping ancora di più

Qualcuno non aveva detto che durante il lockdown gli ecommerce hanno fatto faville? Non proprio. Non tutti. Non agli stessi costi.

Gli ecommerce che durante il periodo di chiusura aprile-maggio hanno avuto “la fortuna” di vendere prodotti particolarmente richiesti in quello specifico frangente (e anche di averne buone scorte in magazzino) hanno anche beneficiato di una notevole riduzione, talvolta di un vero e proprio stop, degli investimenti dei concorrenti in advertising.
Evviva! CPC più bassi, ROAS più alti… Ma appena la Fase 2 è iniziata, il sogno è svanito. I grandi player internazionali sono tornati più forti di prima, con budget in adv che una media impresa difficilmente può avere

Che fare, mollare tutto? No. Svenarsi? Nemmeno. Bisogna investire in modo intelligente e utilizzando tutti gli strumenti a disposizione. Ed è qui che abbiamo tirato in ballo i cosiddetti Google CSS Partner, capaci di dare quella giusta spinta che serve alla ripartenza.

CSS sta per Comparison Shopping Service

Si tratta di siti comparatori di prezzi Partner di Google i cui annunci possono essere sponsorizzati nella home page di Google assieme a Google stesso. La differenza però sostanziale è che questi CSS Partner godono di un vantaggio competitivo sulla bid di un annuncio shopping pari al 20%; detto altrimenti, per pubblicizzare un determinato prodotto posso avvalermi di Google Shopping con un’offerta di 1€, oppure ottenere lo stesso identico risultato con 0,80€ attraverso un CSS Partner. Interessante vero?

Google è stata costretta a dare questo vantaggio ad altri siti di comparazione di prezzi a seguito di una sentenza della commissione Europea, che ha valutato le attività di Google Shopping come abuso di posizione dominante. Non entriamo nel dettaglio del caso: focalizziamoci invece sull’opportunità per gli inserzionisti.

Sfruttare questo vantaggio sulla bid non significa spendere meno, ma spendere meglio. Significa ottenere maggiore visibilità per i propri prodotti a parità di prezzo che, unita ad una gestione attenta e mirata delle campagne Google Shopping può dare un boost alle vendite dell’ecommerce.

Molto più facile a farsi che a dirsi: contattiamo il nostro CCS Partner di fiducia, compiliamo un modulo che comporta lo “switch” del Merchant Center da Google Shopping al CSS Partner prescelto e il gioco è fatto. Non sarà necessario dare accesso al pannello Google Ads né modificare le campagne: semplicemente, verrà richiesta una piccola fee mensile per accedere al servizio.

Noi aiutiamo le aziende ad evolvere e a far emergere il proprio Brand.

Scopri i nostri progetti