Contenuti di qualità e condivisione sociale (social sharing), il binomio perfetto per il marketing delle aziende B2B.
Era da tempo che non ne mostravamo una, ma questa di Content4Demand – società specializzata nella creazione di contenuti digitali – è un’infografica molto interessante che mostra quali sono i benefici per le aziende B2B della condivisione di contenuti attraverso i social media.

Incrociando i dati di alcune specifiche ricerche emerge come prospect e clienti non solo “consumano” contenuti, ma li condividono con i colleghi. Ciò è vero per una vasta gamma di formati e non solo di quelli che si considerano “ideali” per la condivisione.

Come i marketers B2B dovrebbe utilizzare i social media per condividere contenuti? Date un’occhiata all’infografica:

Contenuti_e_Social_Sharing_infografica

Quasi tre su quattro acquirenti B2B utilizzano a vario titolo i social media durante il processo di ricerca e selezione del fornitore, e trovare contenuti di qualità che vengono ritenuti “preziosi” aumenta la possibilità di essere chiamati:

  • l’82 per cento degli acquirenti B2B ha condiviso white paper con i colleghi , mentre il 79 per cento dicono la stessa cosa di casi di studio, il 73 per cento circa webinar , il 72 per cento sui blog, il 66 per cento sui video e 63 per cento circa infografica
  • LinkedIn è il social network migliore per la condivisione di contenuti B2B , seguito da Twitter e Facebook
  • LinkedIn è il social network migliore per gli acquirenti B2B che effettuano ricerche di fornitori o soluzioni, seguite da SlideShare (sempre di LinkedIn), YouTube e Twitter

Dunque capire quali social media sono più appropriati e capire come ottimizzare diversi tipi di contenuto per le “campagne sociali” può contribuire significativamente al business di un’azienda B2B. 

Altri articoli